Come colorare la pasta di zucchero e ottenere il rosso e il nero perfetti

Chi di noi non vorrebbe ottenere un bellissimo nero o uno splendido rosso?
Ed è per questo motivo che oggi trattiamo lo spinoso problema della colorazione della pdz e degli altri fondent (mmf, cioccolato plastico e gum paste).

In realtà la loro colorazione non è difficile sempre che non ci troviamo in quel drammatico momento in cui dobbiamo ottenere il nero e il rosso. Chi ci ha provato lo sa cosa intendo:

-  Se si usano i coloranti liquidi (io personalmente li sconsiglio, tranne per una particolare eccezione, nella colorazione dei fondenti) i rossi saranno rosa pallidi e il nero…mah…lasaciamo perdere!!

-  Se si usano i coloranti in gel ci sono probabilità più alte di ottenere il risultato, ma ci serviranno venti flaconcini di nero per ottenere un nero o un rosso soddisfacente

-  Se si usano quelli in polvere, invece, bisogna sapere alcuni segreti che vi svelerò proprio ora:

PER IL NERO: Bisogna partire da una pdz, marrone o blu scuro, che deve avere riposato almeno 12-24h, perché così avrà perso parte della sua umidità.
Prendere un po’ di colorante in polvere nero( per la mia esperienza, attualmente il migliore è il “nero super assoluto”)  e diluirlo in pochissimo alcool trasparente. Quindi bisogna mescolare per bene affinchè la polvere si mischi con il liquido e “inzuppare” il panetto, o una sua parte,  nel colorante che abbiamo ottenuto e lavorarlo come si fa per il pane. Se il colore non ci soddisfa ripetere l’operazione sino ad ottenere il risultato voluto.
E’ necessario far riposare almeno 12h, non solo per fargli perdere l’umidità, ma anche perché solo dopo questo arco di tempo acquisirà una vera tonalità di nero. Infatti appena finito di impastare il suo colore ricorderà il grigio topo, ma dopo il riposo sarà un bellissimo nero!!

NOTA:

L’alcool trasparente che uso solitamente è la vodka, ma può essere sostituito con grande successo con il colorante in gel nero. Non servono grandi quantità, dovete solo scegliere una buona “qualità”.

PER IL ROSSO: Il procedimento è identico al nero, solo che si può partire tranquillamente anche da un bianco( anche se il lavoro è semplificato se si parte da una pdz rosa fatta riposare almeno 12-24h).
Bisogna prendere il colorante in polvere rosso e diluirlo con poco alchermes (un liquore rossastro fatto di spezie (cannella, cardamomo), si può trovare nei negozi di vino e liquori) Quindi bisogna mescolare per bene affinchè la polvere si mischi con il liquido e “inzuppare” il panetto, o una sua parte,  nel colorante che abbiamo ottenuto e lavorarlo come si fa per il pane. Se il colore non ci soddisfa ripetere l’operazione sino ad ottenere il risultato voluto.

NOTA: L’alcool può essere sostituito da qualche goccia di colorante liquido rosso.
Anche il rosso è necessario farlo riposare almeno 12h.

ULTIMI SEGRETI: I colori così trattati è facile che si disidratino, soprattutto il nero. Questo non significa che dobbiamo buttarli, ma che quando li lavoriamo dopo il riposo dobbiamo reidratarli (insomma dobbiamo mettergli la cremina antirughe^^). Per sapere come reidratarli cliccate qui.

E questo è tutto!!

Però per chi avesse bisogno di una guida visiva ho creato anche un video:

Ultima modifica il Giovedì, 13 Febbraio 2014 19:15

Vai all'inizio della pagina
Privacy Policy