Intervista a Manuela "Lalla" Blasi

Manuela Blasi è conosciuta nel mondo del cake design con il nome d'arte Lalla ed è molto amata per la sua dolcezza, oltre che per la sua bravura.
"Il Cake Design di Lalla" è il suo primo libro. Ci siamo fatti raccontare come è nato e di cosa tratta!

Lalla cominciamo proprio dal tuo nome: il nomignolo 'Lalla' da dove nasce?
Sono molto affezionata a questo soprannome, perché è legato alla nascita di mio nipote e alle sue prime parole. “Zia Lalla” era molto più semplice da pronunciare di “Zia Manuela”, così da quello che era un semplice gioco di parole è nato il nome che mi caratterizza.

Da quanto tempo ti dedichi alla sugar art? Che formazione hai?
Tutto il tempo “libero” che ho a disposizione, quando non sono con mia figlia! Siamo molto legate e, nonostante i suoi due anni e mezzo, è una bambina molto esigente che non ama giocare da sola. A lei devo il mio avvicinamento alla pasta di zucchero ed è lei la mia fonte di ispirazione.
Infatti, la mia prima vera e propria torta  decorata  è stata proprio quella per il suo primo compleanno, evento al quale mi sono preparata da assoluta autodidatta, negli attimi di pausa tra una poppata e l’altra. Da quel momento non ho più abbandonato il fondente e la mia preparazione è frutto di continui allenamenti e studi personali.


"Il Cake Design di Lalla" è il tuo primo libro: sei soddisfatta del risultato?
lalla-libro-copertinaSono molto soddisfatta, perché i progetti che danno vita al libro mi rappresentano moltissimo e il sostegno e la collaborazione di uno staff serio quanto  professionale come quello della redazione di “Torte, La rivista dei peccati di gola” hanno fatto il resto. All’inizio non è stato semplice mettersi a tavolino e pensare realmente alla realizzazione di un libro chiaro e completo sul cake design, ma mano mano che creavo sentivo però di essere sulla buona strada per poter trasmettere a chi mi segue da sempre con affetto qualcosa di importante, riuscendo a condividerlo .

Sei conosciuta soprattutto per le tue grandi capacità di modelling: nel libro ci sono tutti i trucchi per imparare a modellare come te?
I trucchi che svelo sono proprio gli stessi che utilizzo io in fase di modelling nei miei corsi. Sta poi a ognuno farli propri, migliorarli e sfruttarli al meglio.


E cos'altro troveremo? Che tipo di ricette hai inserito? 
E’ una vera e propria guida, per cui oltre ai progetti fotografati passo passo, i lettori troveranno una sezione dedicata ai diversi tipi di paste di zucchero (dalla loro composizione al loro utilizzo) , ai coloranti e alle diverse tipologie esistenti in commercio, con una comodissima tabella dei colori da tenere a portata di mano per imparare a miscelarli e ottenere diverse tonalità. Il tutto impreziosito da alcune ricette di basi e farciture classiche, alle quali ho aggiunto la ricetta  della vera “Lalla’s cake” e quella della “Lalla’s sugar paste”. Sparsi all’interno del libro, numerosi “tip”, ovvero suggerimenti e segreti indispensabili per diventare una perfetta, o un perfetto, cake designer.

Per imparare a modellare come te servono strumenti particolari o abilità speciali?
Un buon modelling è spesso frutto di un’innata predisposizione alla manualità, ma come tutte le cose va perfezionato con studio, allenamento e sacrificio. Chiunque può raggiungere buoni risultati coniugando semplicemente passione e molto esercizio. 

Con quale casa editrice hai pubblicato e perché?
La “Eligio Editore” è un piccola casa editrice ma ricca di esperienza, professionalità e umanità, cosa non da poco in un settore che al giorno d’oggi bada più alla quantità che alla qualità del prodotto che  propone. Il nostro incontro è stato quasi casuale, ma affidarmi a loro è stata una scelta assolutamente voluta e consapevole per poter lavorare sentendosi “in famiglia”: per me che metto il cuore in ogni cosa che faccio, è di non poca importanza.

Quali sono i tuoi progetti futuri?
Con l’editore stiamo pianificando le diverse presentazioni del libro in tutta Italia così da poterci dare la possibilità di incontrare dal vivo i lettori. Contemporaneamente, sto programmando il nuovo calendario dei miei corsi per i primi mesi del 2013 e sono felice di toccare per la prima volta città come Firenze, Torino, Milano e Bologna. Mentre in cantiere c’è qualche altra piccola novità che ancora non posso anticipare ma che sarò felice di condividere con voi di Cake Design Italia al momento giusto!

Lalla-cake-designRaccontaci il momento più bello ed il più brutto che hai vissuto durante la lavorazione del libro.
Quando si lavora a qualcosa di così entusiasmante è difficile lasciare spazio ai momenti brutti. Guardandomi indietro, ricordo solo l’emozione e la voglia di creare.

A chi hai regalato la prima copia e  a chi vorresti regalarla se ne avessi la possibilità?
La prima copia è stata ovviamente per mia figlia Sharon. A lei è dedicato questo libro, a lei “… che con i suoi grandi occhi spalancati sul mondo mi ha insegnato a guardare la realtà attraverso i filtri dell’incanto e della fantasia”, come recita la dedica nel libro.  Ma la copia che rimarrà per sempre chiusa nel cassetto è per una persona che ho amato tanto e che purtroppo non c’è più …



La prima foto dell'articolo è di Sabrina Pierantozzi  
La terza foto è di Roberta Canu

Ultima modifica il Giovedì, 13 Febbraio 2014 19:42

 

 

Vai all'inizio della pagina
Privacy Policy